I 25 temi

Tema
7/25
 

Rivedere il Patto di Stabilità in modo che la spesa per gli investimenti non venga conteggiata per definire il tetto al 3% del rapporto fra deficit e Pil.

Con il Trattato di Maastricht i paesi che hanno deciso di adottare l'euro sono obbligati a rispettare due parametri chiave: un rapporto deficit/Pil inferiore al 3% e un rapporto debito pubblico/Pil inferiore al 60%. Per prevenire infrazioni si è creata la Procedura per Deficit Eccessivo che mira ad evitare per tempo che il deficit di Stati Membri si avvicini al tetto del 3% del Pil. Se un paese non adotta politiche considerate sufficientemente correttive si possono adottare delle sanzioni. L'ammontare della sanzione presenta una componente fissa pari allo 0,2% del PIL ed una variabile pari ad 1/10 dello scostamento del disavanzo pubblico dalla soglia del 3%

Pro Il tetto del 3% non aiuta a promuovere né la crescita né la stabilità. Il vincolo Ue risale a un mondo che non c'è più e va ridiscusso per consentire investimenti produttivi. Scorporare dal computo del disavanzo le spese per investimenti pubblici produttivi diventa necessario per uscire dalla crisi.

Contro Gli Accordi di Maastricht rappresentano le fondamenta dell'assetto dato all'Unione Europea. Il tener fede al Patto di Stabilità rappresenta l'unico modo per continuare il processo di ripresa economica del Vecchio Continente. Il rigore economico deve aiutarci nel costruire una finanza pubblica più stabile.

La posizione dei nostri 213.130 utenti sul tema
Le percentuali non sono statisticamente significative
M5S Molto favorevole
Ae Favorevole
Pd Molto favorevole
FedV Molto favorevole Leggi il commento della lista
Ma essendo chiaro che é necessario fissare dei criteri molto precisi per gli investimenti
Se Tendenzialmente favorevole
Idv Favorevole
Fi Tendenzialmente favorevole
Ncd -Udc Molto favorevole
FdI - An Molto favorevole
Ln Favorevole
comments powered by Disqus